Parco
archeologico


Nel magico scenario del parco Archeologico del Tuscolo, a due passi da Roma, un intervento di valorizzazione paesaggistica dell’area archeologica e dell’area attrezzata. E un playground naturale, Bosco Raggomitolato, che simula la vegetazione delle pendici del Tuscolo.

#parco archeologico
#playground

Luogo: Roma
Anno: 2013, 2014


Il contesto

L’antica città pre-romana, romana e medioevale di Tusculum sorge in provincia di Roma, nell’area dei Castelli Romani.
In un bosco di lecci, castagni e querce, è sede di importanti scavi archeologici che dalla metà del secolo scorso hanno messo in luce il grande foro con il teatro, l’acropoli e la necropoli, oltre a molti altri reperti.
Oggi il Tuscolo è un grande polmone verde a ridosso di Roma e un punto privilegiato di panoramica sulla capitale.

La richiesta

Il progetto è stato commissionato dall’ Associazione Temporanea Tusculum, composta da 6 associazioni del territorio dei castelli romani, di cui è capofila Semintesta, Associazione Culturale. Nel 2013 ha ottenuto la gestione dell’area attrezzata e dell’area archeologica presentando un progetto alla XI Comunità Montana proprietaria dell’area.
Tuscolo Partecipato Alto ha come obiettivo mettere in correlazione l’area archeologica con lo spazio dell’area attrezzata, coinvolgendo diverse fasce d’età, creando solidarietà, cultura, condivisione e educazione territoriale, un modello di innovativo di gestione partecipata dei servizi e delle attività di animazione territoriale.

Il progetto

Fase 1.
La prima fase del progetto si è concentrata sullo studio della valorizzazione del percorso naturalistico e archeologico del Parco del Tuscolo, con una serie di dispositivi/strutture leggere progettate per enfatizzare le bellezze del paesaggio locale ed incorniciare paesaggi. Un sistema di pannelli informativi, sedute, pedane e segnaletica accompagna il visitatore lungo le pendici del Parco, fino al Centro Monumentale con il Teatro.
La scala a vista in ferro e marmo, uno dei pochi elementi recuperati della casa, conduce al piano primo, dominato dal grande living con la cucina a doppia altezza, la serra verde, la sala giochi e la sala TV.
Da qui il progetto prevede anche una segnaletica per la scoperta di nuovi sentieri Trekking. L’area ristoro attrezzata, in gestione all’ATS Tusculum, è la prima tappa del percorso.
Il primo passo per la riattivazione dello spazio prevede l’ampliamento delle due strutture esistenti in legno per ospitare un infopoint/biglietteria con area laboratori integrata e un bio-market con tavoli da picnic all’aperto. A ridosso del biomarket, l’orto delle aromatiche è un’area per orti comunitari in vasca.
La necessità di un uso allargato a molteplici attività ha portato alla definizione di un palco attrezzato per spettacoli ed eventi, oltre ad un playground naturale. Tutte le strutture e gli arredi sono progettati con materiali, forme e colori riconoscibili che si integrano al meglio nel contesto.
Fase 2.
Il playground: bosco raggomitolato.
L’idea dell’intervento per l’area attrezzata è scaturita dalla volontà di costruire un ”gioco nel bosco” il più possibile inserito nel paesaggio del Tuscolo. Un intervento caratterizzato da pochi elementi, i cui materiali e forme sono pensati per avere il minimo impatto visivo e ambientale.
Questi elementi definiscono un sistema modulare facilmente replicabile ed implementabile all’occorrenza: i pali in legno simulano la vegetazione forestale delle pendici del Tuscolo, un sistema intricato di corde in acciaio rivestite in poliammide nero si confonde fra i rami delle Querce e dei Lecci. Alcuni elementi -tra cui i piattelli di amache e altalena- sono gialli per essere più visibili e risaltare nel mezzo della natura del Tuscolo.

Progettisti: Atelier delle verdure
Incarico:
Fase 1: Progetto paesaggistico del Parco Archeologico del Tuscolo e area attrezzata - Studio di fattibilità.
Fase 2: Playground area attrezzata. Progetto preliminare e definitivo.
Cliente: Ats Tusculum - Semintesta Ass. Culturale - XI Comunità Montana
Collaboratori: Sandra Matic